STORIA

Nel  1897 il cavaliere Luigi Prever, sindaco di Coazze e la moglie Clotilde Conti ebbero l’idea di regalare al paese un asilo infantile che accogliesse bimbi fino ai sei anni con lo scopo di provvedere alla loro educazione e di dare un concreto aiuto alle famiglie.

L’Asilo che verrà chiamato “Asilo Luigi Prever” fu inaugurato il 2 novembre 1898 e affidato alle cure delle Suore del Cottolengo.
Da allora migliaia di bambini coazzesi sono passati dall’asilo accolti in una struttura esteticamente, umanamente e cristianamente bella e accogliente.
L’Asilo è stato sempre strettamente collegato con la parrocchia di Coazze attraverso le suore che oltre all’asilo curavano il catechismo per la prima comunione, la cresima e l’animazione dei bambini.
Nel giugno 2002, dopo più di un secolo, il Cottolengo ritirò le suore.
Da quella data e fino al giugno 2011 la gestione dell’Asilo fu presa in carico dalla Parrocchia e dal settembre di tale anno dalla Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri in accordo con il Comune di Coazze, che dal 2003 aveva acquistato l’immobile dal Cottolengo, la Diocesi di Torino e la Parrocchia stessa.
Tanto tempo è passato, i tempi sono cambiati, i coazzesi sono ormai una realtà multietnica, le gestioni dell’asilo sono cambiate, ma lo spirito è rimasto sempre quello: la centralità del bambino e della sua famiglia e il profondo rispetto per tutti e per ciascuno in coerenza con i due motti che caratterizzano Coazze: “ognuno a suo modo” sul campanile, “unità, amore e forza” sul municipio.

Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella policy. Per saperne di più consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner o scorrendo la pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.